Interventi incentivabili

Il Decreto Conto Termico 2.0 (DM 16/02/2016) classifica in due categorie gli interventi ammessi al meccanismo di incentivazione:

  • Categoria 1 Interventi di incremento dell’efficienza energetica in edifici esistenti
                            (interventi riservati agli edifici di proprietà delle Pubbliche Amministrazioni)
  • Categoria 2 Interventi di piccole dimensioni di produzione di energia termica da fonti rinnovabili e
                            di sistemi di alta efficienza in edifici esistenti

                           (Interventi sia per le Pubbliche Amministrazioni sia per i Soggetti Privati)

 

 

Di seguito le tipologie di intervento connesse con il settore idrotermosanitario di cui offriamo il servizio di consulenza e di gestione della pratica, tramite il Portaltermico.


CATEGORIA 1


  • Sostituzione di impianti esistenti per la climatizzazione invernale con impianti di climatizzazione invernale utilizzanti generatori di calore a condensazione. (cat. 1C)


CATEGORIA 2


  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale utilizzanti pompe di calore elettriche o a gas, anche geotermiche con potenza termica utile nominale fino a 2000 kW (cat. 2A)
  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento delle serre esistenti e dei fabbricati rurali esistenti con generatori di calore alimentati da biomassa con potenza termica nominale al focolare fino a 2000 kW (cat. 2B) 
  • Installazione di collettori solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria e/o ad integrazione dell’impianto di climatizzazione invernale, anche abbinati sistemi di solar cooling, con superficie solare lorda fino 2500 mq (cat. 2C)
  • Sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore (cat. 2D)
  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con sistemi ibridi a pompa di calore (cat. 2E)